La storia della malaria

La storia della malaria è forse una delle più antiche storie di malattia esistenti,  dura da oltre 50 mila anni, anzi potrebbe esistere da tutta la storia della specie umana se non da prima (probabilmente di malaria ne hanno sofferto i nostri antenati ominidi e persino i dinosauri).

La malaria si trasmette attraverso la puntura di zanzara, parassita assai antico e longevo. Segni della malattia sono stati ritrovati su mummie egizie; Ippocrate ne ha descritto le diverse fasi e sempre grazie a lui nel V secolo viene individuato il legame tra la malattia e le zone palustri; mentre il medico romano Galeno la curava con il salasso. Di malaria morì probabilmente Alessandro il Grande e la sua infezione potrebbe aver bloccato sia le armate di Attila che quelle di Gengis Khan.

I primi studi scientifici risalgono al 1880 quando un medico, Charles Louis Alphonse Laveran, che lavorava presso l’esercito francese in un ospedale algerino analizzò per la prima volta i parassiti malarici all’interno del sangue delle persone che ne erano affette. Il parassita fu poi chiamato “Plasmodium”. Fu però il britannico,  Sir Ronald Ross, che lavorava presso un ospedale a Calcutta, che dimostrò che la malaria è trasmessa dalle zanzare (per questo ricevette il premio Nobel nel 1902 in medicina).

Lotta malariaLa prima medicina fu scoperta in Perù ed Ecuador, dove era disponibile l’albero dalla cui corteccia si estrae il chinino (il Cinchona), in grado di bloccare la riproduzione dei parassiti della malaria. Intorno al 1940 arrivò poi un farmaco sintetico chiamato clorochina, in grado di garantire una protezione di lunga durata contro la malaria 8° differenza del chinino). Ma ancora di più fece il DDT, un potente insetticida capace disinfestare le aree dalle zanzare e bloccare così il ciclo di trasmissione della malaria. Il problema nacque quando ce ne fu un abuso tale da metterlo al bando per proteggere l’inquinamento delle falde acquifere e quando i parassiti svilupparono una resistenza alla cloro china. La storia della malaria arriva, infatti, a oggi con circa 500 milioni di malati ogni anno e oltre un milione di morti.

Scopri l'evoluzione della lotta alla malaria: novartis.it